Lettori fissi

lunedì 21 gennaio 2013


 Vivere felici 
 senza glutine 

Acquistare e mangiare alimenti sicuri a volte può rappresentare per i celiaci un vero problema,   per                                                                             
l’incubo di potere assumere "tracce tossiche di glutine". Tale paura va  ridimensionata,  
orientandosi piuttosto  verso un’alimentazione semplice e naturale di tutta la famiglia. 
“senza glutine” = una scelta positiva o proibitiva? 
Negli ultimi vent’anni molte sono state le indicazioni, talora anche contrastanti, sull’alimentazione 
dei  soggetti intolleranti al glutine: esse hanno dato un aiuto sostanziale a curare i danni indotti dal 
glutine, ma, per la grande varietà della produzione commerciale di alimenti, è stato materialmente 
impossibile preparare liste e formulari adeguati al tipo di distribuzione variegata su tutto il territorio 
nazionale.  
La grande paura ha riguardato non tanto il contenuto reale in farine o amidi contenenti glutine, 
quanto la possibilità di una contaminazione minima: la traccia di glutine. Tutto questo, come ogni 
paura irrazionale, ha generato grande angoscia nelle  famiglie e nei celiaci, che si sono sentiti 
impossibilitati a frequentare ristoranti, in difficoltà ad andare in  vacanza, ostacolati nella propria 
integrazione sociale. 
⇒ Una prescrizione positiva quale “ mangiare meglio senza glutine”, si è così trasformata.. in una ossessione quotidiana fatta di “non poter fare”, “non poter mangiare”, “temere”.. “sospettare”…La paura della “traccia” nelle gomme da masticare o il non poter mangiare che un solo tipo di gelato o di patatine spesso può indurre il celiaco, adolescente ad abbandonare una  dieta che deve essere sì senza glutine, ma non contemporaneamente un’irrazionale condanna ad una vita difficile. 
- la traccia di glutine deve essere qualcosa di misurabile e consistente:  vi sono limiti ben definiti 
dal Codex Alimentarius Europeo, decine di volte inferiori alle quantità di glutine capaci di dare una qualche sensibilità nel soggetto celiaco ...
- non vi sono farmaci che, alle dosi terapeutiche, forniscano quantità rilevanti di glutine. Stesso discorso per gli oli di semi (in cui la possibile contaminazione dell’olio di germe di grano è un 
evento del tutto improbabile) e per alcuni rischi di lavorazione di salumi.  
Vi sono decine di migliaia di alimenti naturalmente senza glutine e poche decine con glutine   
- un alimento va escluso quando vi siano ragionevoli dubbi che possa contenere glutine (anche come forte contaminazione). 
Il glutine non è necessario alla nostra alimentazione… 
Si tratta infatti solo della parte collosa del chicco di grano, costituita da una proteina povera dal 
punto di vista nutrizionale, poi artificialmente amplificata per avere un impasto più colloso.  
- la dieta senza glutine non è una dieta per malati: è un regime dietetico salutare per tutti, con 
alimenti più ricchi e digeribili di quelli tradizionali.  
- per digerire la pasta senza  glutine il nostro stomaco impiega un’ora in meno di quanto è necessario per la pasta tradizionale.  
- la risposta glicemica di questa pasta senza glutine è più prolungata che quella normale  
- la pasta senza glutine  provoca minore fermentazione intestinale della pasta con il glutine, di cui ha le stesse calorie. 
Una prescrizione semplificata... 
- Sostituire la pasta con riso, risotti e minestre.  
- Iniziare spesso il pasto dal secondo piatto con contorni.  
- Sostituire il pane con patate e polenta. 


Evitare pane, pasta, farine, dolci, biscotti di farina di frumentoEvitare orzo, segale, avena o alimenti con amido e malto (come la birra!). 
I celiaci e i familiari possono mangiare 
- tutti i latticini  
- tutti i salumi (con un controllo sui soli würstel che possono contenere amido) 
- tutti i gelati (senza cialda).  
- tutte le patatine (fatte di sole patate). 
- tutti i sottaceti.  
- tutti i sottolio 
- tutte le pietanze di carne o di pesce. 
- tutti i legumi, le verdure e gli ortaggi.  
- tutta la frutta.  
- tutte le bevande (tranne birra e whisky). 
Le etichette aiutano molto…  
Sostanze pericolose sono: 
- frumento, orzo, segale  
- farine di frumento, orzo, segale; 
- amido, amido di frumento 
- malto (d’orzo). 
Sostanze non pericolose sono: 
- farine ed amido di riso, mais, soia, patate, castagne, miglio 
- grano saraceno 
- maltosio, maltitolo, maltodestrine; 
- glutammato ed additivi vari; 
- semi di guar, carrube, carragenani. 
Alcuni snack simpatici 
- Pop corn a non finire! 
- bastoncini fritti (polenta tagliata a bastoncini e fritta). 
- scagliozzi (polenta tagliata a triangoli e fritta). 
- bagarozzi (tagliare la polenta a bastoncini, sovrapporre due bastoncini con in mezzo una fettina 
di mozzarella e prosciuttoe passare alla piastra rovente). 
- panelle di ceci (stemperare la farina di ceci in poca acqua per tre ore, mescolarla con poco aglio 
e prezzemolo tritati fini, stenderla sul retro di un piatto per fare un bel dischetto spalmato con 
una spatola o dorso di coltello, aspettare che un po’ si secchi, staccarlo con la punta del coltello 
e passarlo in olio bollente, oppure sulla piastra). 
Una ricetta per una pasta “miracolosa” 
Farina di Riso Glutinoso: 300 gr 
Amido di Mais (Maizena): 150 gr 
Fecola di Patate: 150 gr 
Uova: 6 
Il riso glutinoso è il riso tailandese lungo che scuoce molto, al contrario del nostro, facendo una bella pasta collosa. Si trova nei negozi di alimenti internazionali.  
Impastare bene senza alcun liquido, eventualmente aggiungere albume d’uovo (e meno uova). 
Stendere la pasta e tagliarla col coltello, o con una macchinetta taglia pasta, per fare tagliatelle non troppo fini. Metterla a seccare appesa su di un bastone per una notte.
 Poi conservare in scatola o vaschetta non ermetica. Si conserva come la normale pasta all' uovo secca per 3-4 mesi.  
Con lo stesso impasto si possono fare:  
- biscotti, aggiungendo zucchero 
- pizze o panini all’olio, dopo aver lievitato con lievito senza glutine (Chimico, Eridania, Schar) e aggiunto 3-4 cucchiai d’olio all’impasto

Spero di non avervi annoiate ma di aver dato qualche consiglio 
utile a tante persone ..che come me , seguono una dieta s. glutine!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!!!

40 commenti:

  1. Molto utile il post!! ci sono sempre più persone celiache purtroppo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sara...purtroppo i celiaci aumentano come le tasse...di giorno in giorno....facciamo il possibile per non pesarla troppo!!!

      Elimina
  2. ottime informazioni, utile per i celiaci e non solo! bisogna un po tutti stare attenti a tavola! brava!

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna, io ho amici che hanno i figli che sono celiaci, e so bene l' attenzione che ci vuole nella scelta degli alimenti! !
    Le tue informazioni sono molto preziose, non solo per chi e' celiaco, ma credo per tutti! !!
    Grazie Anna
    baciotti
    Nunzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nunzia..non sai quando è importante per me sentire le tue parole...ed essere utile ad altri...un bacio

      Elimina
  4. grazie delle informazioni..conosco dei miei amici celiaci e so quanto sia importante stare attenti a ciò che si mangia..bel blog

    RispondiElimina
  5. Grazie per le info!!
    Da un certo periodo ho notato anche io una certa intolleranza al glutine, anche se per fortuna per ora non è nulla di patologico!

    XOXO

    Marci

    www.paillettesandchampagne.com

    VUOI VEDERE PAILLETTES&CHAMPAGNE NELLA IT.FAMILY DI GRAZIA?'!
    VOTACI TUTTI I GIORNI QUI http://blogger.grazia.it/blogger?id=305
    BASTA CLICCARE SUL CUORE
    GRAZIE!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marcella approfondisci la cosa...la celiachia non è uno scherzo!! in bocca al lupo

      Elimina
  6. annoiata con queste importantissimi info????? impossibile
    oramai la celiachia purtroppo è molto diffusa ed è importante che tutti abbiano le giuste cognizioni su cosa e come fare al riguardo!

    RispondiElimina
  7. Un post con notizie utilissime! sono smepre dell'idea che l'informazione sia il modo migliore per far vivere bene le persone!

    RispondiElimina
  8. grazie ci hai forinito interessanti notizie in effetti prima non si sapeva di questa malattia oggi fortunatamente la si scopre prima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE A TE ANNA DI AVER CONDIVISO CON ME QUESTE NOTIZIE..

      Elimina
  9. post molto interessante e ricco di utili informazioni!!
    Brava!

    RispondiElimina
  10. Ciao eccomi da te...grazie per essere passata...ti seguo volentieri il tuo blog è molto interessante!!!!
    ciao Tiziana

    RispondiElimina
  11. eccomi...ti seguo anche su g+ Post interessante e complimenti per le tue delizie Passa dalle mie parti blog spot L'hobby di fiò .:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PASSATA ANCHE DA TE FIORELLA... UN BACIO

      Elimina
  12. Ciao Anna grazie per i complimenti fatti sul mio blog,anche i tuoi post sono molto ben fatti ed utilissimi per le tante persone che soffrono di celiachia,bravissima!!!!
    Ciao,Nicoletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE NICOLETTA PER I TUOI COMPLIMENTI..SEI MOLTO CARINA

      Elimina
  13. scusaaaa!!!! avevo postato un commento ma non mi ero unita!!!!ogni tanto mi succede;) ho rimediato subito ciauuuu!!!

    RispondiElimina
  14. sono molto ignorante in materia, ti seguo volentieri

    RispondiElimina
  15. Io sapevo che il formaggio Philadelphia può essere mangiato dai celiaci... Comunque il tuo post è molto utile! :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Anna e grazie per tutte queste informazioni utilissime, la celiachia ormai è dilagante e fortunatamente ci sono diversi metodi per conviverci!
    Sai che non ho mai mangiato i bastoncini di polenta fritti?
    Voglio provare a farli nel week end, chissà se piaceranno al mio piccolo! Co

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Melangy..grazie di essere passata da me...sai che sul mio blog trovi sempre qualcosa di buono per i tuoi piccoli...un bacione a loro da parte mia

      Elimina
  17. ciao già ti seguo da tempo^^baci baci

    RispondiElimina
  18. ciao cara...info molto interessanti...grazie :)

    RispondiElimina
  19. ciao Anna, sai che ho giusto scoperto che una mia amica parrebbe essere celiaca.. mi sa che adesso mi cerco qualche tua ricetta, visto che sabato sera ce l'ho da me a cena :)

    RispondiElimina
  20. Ciao Deirdre sei proprio capitata sul blog giusto...in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  21. ringrazio tutte voi di aver condiviso con me questo post!!!

    RispondiElimina
  22. dovrò consigliarli alla mia amica

    RispondiElimina
  23. I miei complimenti per il tuo blog davvero interessante e molto utile :)

    RispondiElimina
  24. è bello scoprire il tuo blog! avendo la mia nipotina e mia zia celiache sò destreggiarmi in cucina per loro ma ti visiterò spesso per prender spunto! un bacione ti seguo molto volentieri!!!
    Carola
    new post on Purses in the Kitchen!

    RispondiElimina